Anche il Walkman se ne va…

Ebbene si, anche il fedelissimo Walkman, compagno di tante avventure per noi ragazzi degli anni ’80 e ’90, lascia il passo alle nuove generazioni.
La cosa era nell’aria già da anni ed era una decisione inevitabile visto il proliferare di così tante tecnologie e formati musicali.

Ho sempre odiato le cassette in effetti… maledette… ci si metteva un sacco di tempo a studiare la tempistica giusta per evitare di finire un lato proprio nel mezzo ad una canzone, a fare la cover colorata con tutti i brani scritti dietro in ordine e magari con l’aggiunta di qualche elemento grafico… e poi? Continua a leggere

Annunci

Titanic, una nuova verità

Una nuova verità emerge a distanza di 98 anni dalla sciagura che costò la vita a 1500 persone.

By Daniel Chiswick at en.wikipedia [public domain], from Wikimedia Commons

Il naufragio della RMS Titanic potrebbe essere stato causato da un errore del timoniere che confuse il linguaggio tecnico della navigazione. Continua a leggere

Lunedì

Stamattina in auto, mentre andavo al lavoro, ho sentito che, secondo il solito professore pazzo americano, oggi dovrebbe già essere la giornata più deprimente dell’anno.
Non so se sarà così… onestamente spero proprio di no, comunque cominciare con mal di testa, mal di gola, mal di schiena; con il ricordo inquietante di un sogno che era meglio non ricordare; scendere dal letto e scoprire in doccia che oggi l’acqua calda è in sciopero; aprire le finestra per capire quanto la pioggerellina scozzese in fin dei conti non mi mancasse per nulla e infine arrivare in ufficio ed apprendere che fin dalle 9 avrò il mio bel da fare tra tutte le scartoffie in arretrato, credo che non lo si possa far rientrare nella frase: “iniziare la settimana col piede giusto“, non vi pare??

Aggiornamento delle ore 12.40 : è appena tornata la corrente dopo un blackout di una mezz’oretta -> “niente paura, il gruppo di continuità salverà pc, server e tutta la struttura informatica evitando di perdere tutti i dati!!” e come nelle migliori tradizioni, 3 secondi (e vi giuro che non erano di più) dopo la morte del gruppo, è tornata la corrente con relativi cristoni a seguito… comincio a pensare che arrivare a stasera tutti interi sarà difficoltoso…

Felix

Riporto per intero un articolo di giornale su un micione alquanto singolare tratto da La Repubblica del 30 marzo 2k6

FAIRFIELD (Connecticut) – Sottoposto a misure restrittive come un criminale, solo che ha quattro zampe e quando è di buon umore può fare le fusa. Il gatto Lewis, cinque anni, pelo lungo bianco e nero, è diventato un pericolo pubblico, quando a Fairfield, una tranquilla piccola città della provincia americana, ha aggredito almeno sei persone e teso un agguato in piena regola a una venditrice a domicilio. E’ la prima volta che una simile ordinanza viene emessa nei confronti di un gatto.

A Fairfield le gesta di Lewis sono diventate il mito della cittadina, tanto che ormai è chiamato “il terrore di Sunset Circle” il quartiere delle sue malefatte. “Sembra il personaggio dei fumetti, Felix il gatto – dice una delle vittime del felino, accreditato anche di un’anomalia anatomica – ha sei dita con artigli lunghissimi che usa come armi letali”. Quel che colpisce in Lewis è però l’astuzia con cui ha preparato le sue sortite, da vero genio del male, visto che ha messo tutte le sue vittime con le spalle al muro in un cul de sac. “Ti arriva alle spalle, si attacca alle gambe e graffia e morde – riferisce un’altra vittima – quando ho cercato di cacciarlo è saltato come una molla, attaccandosi all’altra gamba”

Le sue vittime sono finite in ospedale con graffi e morsi e l’ufficiale del servizio di controllo animali è corso ai ripari, ordinando che Lewis debba restare chiuso in casa. Nei guai è finita anche la proprietaria, Ruth Cisero, che è stata multata per incauta custodia e per non aver osservato l’ordine dell’ufficiale. La donna ha cercato di sedare il gatto, senza successo: Lewis ha eluso la sorveglianza ed è uscito, aggredendo un’altra persona.

“L’ho raccolto dalla strada tre anni fa – dice la proprietaria del felino malefico – non ha mai fatto del male a nessuno della famiglia. E’ però capitato che la gente lo abbia tormentato e secondo me si sta solo difendendo”. Uno dei vicini però la pensa diversamente: “La gente è terrorizzata. Lewis è capace di fissarti a lungo con cattiveria, non si sa mai che cosa farà dopo”.

Gatto diabbolico

I love shopping

E alla fine sono riusciti ad inventare anche questo, leggere per credere!!!
(dedicato in particolare a rascal… )

LONDRA – E’ ufficiale: non sapersi trattenere dal comprare oggetti costosi ed inutili per la sola soddisfazione dell’acquisto non è una debolezza trascurabile, bensì una vera e propria malattia mentale che verrà ora inserita nei manuali di psichiatria.
«E’ un disturbo decisamente riconoscibile e la sua classificazione non può che essere vantaggiosa», ha dichiarato Helga Dittmar, psicologa ed esperta del comportamento dei consumatori all’università del Sussex. Il professor Lorrin Koran, docente di psichiatria all’università di Stanford in California, ha appena terminato la sperimentazione di una pillola che riduce l’impulso dell’acquisto. La pillola aumenta il livello di serotonina nel cervello, facendo sentire il paziente soddisfatto, come se avesse appena comperato qualcosa. E’ proprio il bisogno di gratificazione infatti ad essere alla base di questo disturbo, che colpisce soprattutto le donne. Studi scientifici hanno dimostrato che tra il 2% e il 10% della popolazione soffre di acquistomania e che le donne sono 9 volte più esposte a questo rischio rispetto agli uomini.

Tratto dal quotidiano la provincia Pavese

Ma quando inventano la pillola che ti fa diventare ricco… o quella che ti ficca le nozioni nel cervello senza doverle studiare (tipo matrix…)??? ormai mancano solo quelle!!!