Sottozero…

Oggi per la prima volta il termometro della macchina mi informa che è tempo di gelo.
Poco sotto lo zero ma sempre in negativo, un segno che ormai questo 2012 sta per lasciarci le cuoia… beh, giorno perfetto per programmare un bel viaggetto in terre calde tipo Vietnam per le vacanze di Natale!! 🙂

E intanto la gatta mi guarda sorniona dal divano… nell’ultimo mese la sua massa è raddoppiata, ormai sembra più un piumino che un gatto. Avete presente quei colli di pelliccia che tanto andavano di moda negli anni ’80? Ecco, mettete una paio di orecchie a punta in cima e due occhietti vispi e famelici… occhi famelici dite voi, e come sono fatti gli “occhi famelici”? Vorrai mica dire felinici?
Naaaa, occhi famelici! Questo ammasso di pelo semovibile è diventato un buco nero che ingurgita quanto più cibo riesce… impressionante veramente, sospetto che abbaia una colonia di vermi solitari che le tengono compagnia… e anche qui, come si fa a dire “compagnia di vermi solitari”? ehmmmm beh ma come siete intransigenti stasera!

Chi l’ha visto?

giorno 293*

Annuncio urgente.
La gatta Kiki, famigerata per le sue doti di inguaribile rompibolle e distruttore supremo di esseri mobili (compresi i mobili… anche se non sono mobili… cioè… non so se mi spiego)  è l’unica indagata della sparizione di ARTURO, componente di primo piano del presepe in feltro di quest’anno.
I fatti: sembra che Kiki stesse usando Arturo come palla da calcio (foto a lato) e che un tiro troppo violento ne abbia causato una traiettoria imprevedibile. Non ci sono notizie sull’attuale posizione della palla…. cioè di Arturo. La gatta Kiki si rifiuta di dare spiegazione ed  esige che le sia consegnata una scatoletta di cibo (agli atti).

Prego chi dovesse incontrare Arturo, comunicare immediatamente su questo blog. Il resto del presepe è in trepidante attesa per riabbracciare il caro scomparso.

giorno 298*

Al caldo

giorno 337*

Ecco qualcuno ( o qualcosa… devo ancora decidere…) che dell’inverno ha capito tutto!
Notare che:
1. il catino in cui essa si trova è in casa (al caldo)
2. non solo è in casa ma è posizionato sotto un termosifone (acceso)
3. il catino è tiepido in quanto i panni sono stati appena tolti
4. se si prova a movimentare gatta o catino o termosifone, la suddetta bestia ti ringhia cercando di azzannarti la carotide

Mica scema dopo tutto…

Brrrr che freddo……

Ieri e oggi.

giorno 339*

giorno 340*

 

 

 

 

 

Rispettivamente giorno 339 e 340.

Ammazza che freddo che faceva stamattina! Non era tanto la temperatura (un onesto -4°C) quanto il fatto che… boh e chi lo sa? La sensazione di freddo percepita era raggelante!
Quindi sono uscito dalle coperte (prima di farlo ho meditato parecchio… troppo direi… il gatto malefico ha avuto tutto il tempo di affondare l’ennesima unghiata nella tastiera del letto… arimortacci…)… dicevo, sono uscito dalle coperte lasciandomi alle spalle quel dolce temporino immediatamente sostituito da spilli di ghiaccio; mi sono avviato verso la cucina e ho sbattuto kiki fuori di casa.
Povera bestia? Naaaaaaa, non è il caso di preoccuparsi: in primo luogo ha addosso tanta di quella pelliccia che ci si potrebbe fare una trapunta matrimoniale; in secondo luogo, se si fosse reso necessario, l’avrei recuperata dalle nevi esterne per metterla sotto il rubinetto dell’acqua calda…. che a lei piace tanto…

Dunque… mi sveglio… mi sbarazzo della gatta… si, ahhhhhhh…. arriva il momento migliore della giornata: doccia calda!!!!
Almeno così speravo… caldaia dormigliona = acqua gelata. O meglio, blocchetti di ghiaccio mimetizzati da gocce d’acqua.

Cosa dire ancora, buona giornata a tutti!!

Collage!!!

Penso di non aver la giusta costanza per portare a termine un progetto come quello iniziato…
Cioè, non capiamoci male, per il momento sono riuscito a scattare almeno una foto al giorno, il che sarebbe già di per se un successone! Il fatto è che, come è ben evidente, non sempre (a volte… ogni tanto… quasi mai :P) ho la voglia e sopratutto il tempo di aprire il bloggettino e caricarci su i nuovi scatti. Continua a leggere

a che punto eravamo?? 37!

eccole!
pensavate forse che mi fossi perso nei menadri di qualche montagna? (giorno 34)
oppure penavate che di me non restasse che un maglione e un paio di bic nere? (giorni 36-37)

sono sempre qui! e vi scruto (giorno 31) ovunque andiate… che siate in vacanza al lago (giorno 28) o che vi nascondiate nel buio della notte scura (giorno 29)

ok ok ora la smatto con questa pagliacciata (giorno 35!!!), volevo solo dare un pò di colore (giorni 23-24) a questa giornata piovosa (giorno 19)!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Oggi ma mia piccola kikina (giorno 25) va sotto i ferri… operazione di routine per farla calmare un pochino… in questo periodo è veramente intrattabile. Alle 5 la vado a prelevare e le farò un bel regalo (giorno 30) post operatorio e le preparerò una cenetta (giorni 20-27) da leccarsi i baffi.

OK OK ora la smetto veramente, anche perchè mancano poche foto da citare (tra le quali il giorno 21, che devo sottolineare in quanto decorazione casalinga proveniente dall’altra parte del mondo).

Ora spero solo di tenere un pò più il passo con le prossime releases!!

fino al 17

Giorni pieni e belli impegnati…

… ma nonostante tutto, il progetto avanza! Per ora non ho perso neanche un giorno, anche se a dirla tutta, in un paio di occasioni mi sono ritrovato a pochi istanti dal fallimento 😛

giorno 14

Volevo sottoporre la foto delgiorno 14 (qui di fianco) perchè mi ha dato particolare soddisfazione… non solo perchè il vino era particolarmente buono, ma anche perchè le condizioni di scatto erano un tantinello buie e la mia mano non era più ferma come ad inizio pasto 🙂

Quella sera c’erano a cena 2 amici… presi a caso… ma neanche troppo! 🙂
In pratica era un’appuntamento al buio pilotato.. classica situazione con 2 amici che non si conoscono fra loro ma che sono single (più per destino che per scelta).

Insomma,
fatto sta che si parla, si mangia, si beve, si sparano stronzate e così, oltre all’evidente successo della serata, mi accorgo anche che si è passta la mezzanotte!!

Quindi:

giorno 15

Devo dire che questa gatta è parecchio fotogenica.

Tagliando corto, il giorno 16 e il 17 sono stato in viaggio di lavoro all’estero dove ho mangiato un’ottimo sushi!

giorno 16

No, non sono andato in Giappone… grazie al cielo…
Quello in foto è il buon sushi dell’aeroporto di Dusseldorf.

E quindi chiudo questo piccolo riassunto con una foto della città.
Almeno questo era qullo che volevo fare in teoria: Dusseldorf è una città che proprio non mi piace… troppo fredda (non solo per il clima), molto quadrata, fin troppo perfetta… una città tedesca del nord come uno se la può immaginare!
Fortuna che almeno uno scorcio bello l’ho trovato 😉

giorno 17

Giorno 9 – la gatta dormiente

Ieri sera c’è mancato poco che saltassi l’appuntamento fisso.
A dire il vero, sono abbastanza stupido di me stesso per la costanza che ci sto mettendo. Certo, 9 giorni non sono gran che… e rappresentano appena la 40° parte del mio progetto, però non sono da sottovalutare se consideriamo il periodo assurdamente complesso e faticoso che sto passando.
Ma tornaimo a ieri sera.

Seduto sul divano con la mia dama, guardando un episodio della nostra attuale serie preferita, copertina sulle gambe e gatta appisolata a fare da cigliegina.

Ore 23.30
D – Ma quanto è bella quando dorme?
S – Sembra quasi normale… sarebbe da farle… una… foto… AZZ

Era buio e non si può pretendere che un cellulare faccia miracoli, ma spero si capisca il grado di peluchità (leggersi “peluscità“) della gatta dormiente.

Giorno 2

Si continua con le foto giornaliere.
Oggi una serie di stoffe colorate, possibili scelte per un divano anti-gatta!

Fly Guy

Questa è una delle mie preferite 🙂

Non so i vostri… ma il mio gatto (che poi è una gatta) fa queste cose giornalmente!
Un giorno o l’altro imparerà a volare (fuori dalla finestra) anche lei!