Articolo lungo (parte III)

12:45

Incredibile in quanti finiscano su questo blog (noto punto di riferimento, faro nella tempesta, cardine della società moderna senza il quale saremmo tutti persi tra i flutti nemici… come in effetti siamo ma questo poco conta perchè egli vive e respira, e respirando inonda tutto di flutti color giallo canarino e odoranti di balsamo per capelli grassi… che, per inciso nonchè per cause strutturali, non posso conoscere)… dov’ero rimasto? Poco importa! Ciò che conta è che in milioni giungete a questo sproloquio mal scritto alla ricerca della parola “CIMICI” o “CIMICE”… si beh… evidentemente in giro per la rete c’è bisogno di un buon disinfestatore!

15:19

Quindi, per riprende le fila del discorso, mai cominciato e senza un vero senso esteticamente improduttivo e logorante, potremmo dire di come la ruggine dei nostri giorni si ammassi nelle cavità cavate fuori a forza e per questo non spontanee come in effetti dovrebbero essere (o non essere, a scelta personale) per prendere acqua e luce, azoto e pulci in un circo tanto piccolo che sarebbe possibile spedirlo per posta elettronica.
Ma quindi perchè continuare a parlare di siffatti fatti poco rilevanti se non contestualizzati con animo obiettivo e sguardo prosastico? Se potessimo allontanarci tanto da questo sferoide mal fatto che chiamiamo Terra dimostrando magnifico senso di fantasia, noteremmo quanto poco rilevanti siano questi siffatti fatti che poc’anzi così pregevolmente si manifestarono nella mia testa.
Il problema è che non possiamo. L’unica soluzione è pensare prima di parlare e cercare di trovare Mr. rispetto, latitante da anni e avvistato solo per pochi attimi nelle regioni meno popolose della galassia, la dove il freddo più freddo della stessa idea platoniana di freddo vive e regna imperatore sovrano… che beffa sarebbe scoprirlo amico del buon Nerone!

Annunci

Gatti vs Cimici

Giorni fa la mia compagna mi chiama e si dice preoccupata per la gattina che teniamo in casa.

Kiki ha un occhio gonfio e non riesce a tenerlo aperto…” mi dice, “continua a leccarselo come se le desse fastidio… spero che non sia niente di grave…

Onestamente la prima cosa che ho pensato è che, essendo molto giovane ed esuberante (esuberante è un eufemismo…), avesse sbattuto contro qualche spigolo o contro qualche porta.
Oggi però vengo a sapere una cosa… Continua a leggere