Senso di inferiorità

Perchè non siamo altro che un granello di polvere…

clikkare sulla foto per ingrandire e constatare meglio quanto piccoli siamo 🙂

Briciole di mitologia

“Quando Orion dal cielo
Declinando imperversa;
E pioggia e nevi e gelo
Sopra la terra ottenebrata versa…” (G.P.)

La costellazione di Orione è legata a più di un mito, di seguito è riportato forse il più famoso.

Orione era figlio di Poseidone, dio del mare, ed Euriale, figlia del re di Creta Minosse. Si narra che una notte, sull’isola di Chio, corteggiò Merope, figlia del re Enopione. Questo suscitò l’ira d’Enopione, che lo fece accecare e lo allontanò dall’isola.
Orione si diresse verso l’isola di Lemno dove Efesto, impietosito dalla sua cecità, lo affidò alla guida di Cedalione, che lo condusse verso est, da dove sorgeva il sole e lì riacquistò la vista.
Secondo la tradizione Orione trovò la morte a causa di uno scorpione.
L’eroe osò offendere Artemide (Diana), dea della caccia, affermando di essere in grado di uccidere qualsiasi animale della Terra. Quest’ultima, indignata, generò uno scorpione che lo punse a morte.
Entrambi furono poi portati in cielo, ma collocati in punti opposti affinchè il velenoso animale non potesse più insidiare il grande cacciatore.
Quando le stelle dello Scorpione sorgono ad est, Orione, sconfitto, tramonta ad ovest.
La morte d’Orione lasciò solo e disperato il suo fedele cane Sirio, che ululò per giorni e giorni fino a che Zeus non lo trasformò in una costellazione (Cane Maggiore).