Ergo Proxy


Interessante serie televisiva animata giapponese che mi è capitato di vedere di recente. Sono solo alle 5° puntata ma le ambientazioni e le tematiche mi stuzzicano, sono curioso di vedere dove andrà a parare…

Caro m’è ‘l sonno, e più l’esser di sasso,
Mentre che ‘l danno e la vergogna dura:
Non veder, non sentir, m’è gran ventura;
Però non mi destar, deh! parla basso
(Michelangelo)

Nella città-cupola di Rom-Do umani e androidi (chiamati autorave) vivono collaborando per salvaguardare la specie umana, quasi estinta dopo un disastro ambientale. A Rom-Do la vita scorre monotona e tranquilla, regolata dal perfezionismo, dal consumismo e dal distacco emozionale che gli abitanti devono dimostrare per essere considerati “cittadini modello” e quindi degni della società.

giorno 341*

Il mondo di Ergo Proxy è ambientato in un futuro molto tecnologizzato dove anche le nascite sono severamente controllate e meccanizzate. In questo “paradiso” la tranquillità viene improvvisamente infranta dallo scoppio di un’epidemia che colpisce gli autorave, il Cogito, un virus di origine ignota che permette a quest’ultimi di acquisire consapevolezza di loro stessi, e li rende capaci di provare ogni genere di emozione umana; e dalla fuga da un laboratorio di ricerca segreto di una creatura non umana, chiamata Proxy, che veniva sottoposta ad esperimenti per capire il suo organismo e, in particolare, per scoprire il segreto delle cellule Amrita di cui è composta che la rendono immortale. Il Proxy durante la fuga semina morte tra gli abitanti di Rom-do. La nipote del Primo Cittadino, l’agente Re-L Mayer che ha il compito di investigare sui recenti omicidi, viene a contatto con il Proxy, che irrompe nel suo appartamento terrorizzandola. In un mondo in cui gli omicidi sono quasi inesistenti la pace di Rom-Do è in crisi, e Il Dipartimento di Sicurezza si affretta ad insabbiare la faccenda. Re-L non si dà per vinta e vuole scoprire tutta la verità sulla creatura, che ha visto con i suoi occhi. La sua ricerca parte da Vincent Law, un immigrato moscovita che ripara autorave, che è stato trovato svenuto nei pressi di casa sua il giorno dell’incontro con il Proxy. Re-L inizia a gettar luce sui misteri che ruotano attorno al Proxy e a questo misterioso Vincent Law.

(Wikipedia)
Annunci

2 thoughts on “Ergo Proxy

  1. era ganzetto Michelangelo!!!
    uhmmmm…ma una bella serie di cartoni alla hello spanK …che ne dici?
    superato??? eh lo so…ma io torno sempre lì….son vecchiaaaaaaaaa..
    già guardo la serie CSI N.Y. a cena…capirai che schifo..con quele autopsie mentre mangio….mi biene il galleggio…ma i polizieschi mi piacciono assai…
    i Cartoni non li guardo…eppure so che ce ne sono di fantastici…
    ma già tutto mi pare così cartonato…che se poi mi appassiono al cartone lo fotografo pure…sto a fotografà tutto, boia deh! anche il vento…. 🙂
    Bravo, vedo che stai mantenendo vivo questo mondo..bravo bravo….
    trovato qualche posto fascinoso? aspetto nuove …mi raccomando ..sennò ti scaglio contro la gattina!!
    😀 ciao briciola!

    • hihi
      se mi scagli addosso la gatta, dimmelo con un attimo di anticipo che mi munisco di mazza da baseball!!!!! 😀

      diabolico

      ogni tanto trovo qualche serie da vedere, non sempre ci piglio ma spesso! questo cartone promette… mi piacciono le storie un pò al limite, fantastiche ma che cercano di costruire bene il personaggio.
      vediamo se prosegue come spero!

      Hai visto quanto sono bravo!!!! azz, devo solo continuare con questa media! Mica è difficile! (sob)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...