La cose cambiano… o siamo noi a farle cambiare?


Io mi ricordo cosa voleva dire prendere un votaccio o una nota sul libretto, se in aula era una punizione, rappresentava solo l’anticamera dell’inferno… quando mia madre tornava dal lavoro i cieli si aprivano e io, povero pischello, li come al centro di un uragano! Meglio che non vi dica di cosa succedeva quando era mio padre a saperlo…

A prescindere dalle riforme, a prescindere dal governo, a prescindere dalle scuole pubbliche o private, a prescindere dalle materie… qui forse è il caso di fermarsi e fare un bell’esame di coscienza.
E sta a vedere che in realtà il vero problema siamo proprio noi…

Annunci

3 thoughts on “La cose cambiano… o siamo noi a farle cambiare?

  1. ..oggi è pericoloso fare certe considerazioni…
    io credo poco nella scuola..
    prima c’erano le bacchettate sulle mani…pggi per fortuna non ci sono più. Non ho mai creduto nelle punizioni corporali…Mia figlia non l’ho mai sfiorata con un dito…e figurati se permetto a qualcuno estraneo a me un gesto simile.
    Il punto però è che la scuola ha perso valore etico, e gli insegnanti sono esauriti..ma sono esauriti pure i genitori.
    Se da una parte ci sono quelli che dopo ripetuti richiami da parte della scuola se ne sbattono altamente le scatole…dall’altra ci son quelli che pensano che bravi come i loro figli non c’è nessuno…
    e apriti cielo se un prof si azzarda a fare una nota…
    Insomma è tutto un bailamme di contraddizioni…io sarei per una via di mezzo..stile college…
    una divisa ..tutti uguali e due ore di educazione etica alla settimana con interrogazioni e voti….
    dai, anche la storia del voto sostituito dal giudizio…lo trovo ridicolo…
    Io ci sono cresciuta col voto..mica sono rimasta traumatizzata…
    Semmai son rimasta traumatizzata dal ceffone che mi mollò mio padre perchè avevo strappato una pagina impunemente dal quaderno…aveva ragione..i quaderni costavano soldi e non andavano sprecati per nulla…Lavorava sodo per mandarmi a scuola.
    Purtroppo ora siamo nell’era della psicologia e del consumismo…
    ma sicuramente sta alle famiglie dare un senso giusto della realtà…
    quindi dopo tutta questa pallosa lafba…ti do un ottimo giudizio..bravo ciospo..eri sparito ma sei tornato…come il figliol prodigo!
    ciao bimbo!
    vento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...