Evoluzione


Riprendo un articolo che scrissi nel lontano Dicembre 2008 e che mi è capitato di rileggere ora, nel mezzo della riorganizzazione di tags e categorie.
L’ho trovato interessante.

E’ strano come l’uomo in definitiva sia in balia delle dinamiche che lui stesso crea.
Dietro la maschera?Una visione di insieme precisa ed accurata dei pensieri dei singoli rivelerebbe l’estrema semplicità di quello che sembra essere un’unica grande contraddizione comune.
Non credo sarà mai possibile scindere le componenti del pensiero umano, ma ciò non preclude la possibilità che siano intuite.
Di qui le tattiche interpretative, le opinioni e i giudizi. Che generano maschere, gabbie e insicurezze.
L’insicurezza. Si potrebbe pensare che le dinamiche ne siano il risultato.
Se tutti avessero sicurezze assolute, non si avrebbero maschere ne complessi. Sarebbe una guerra continua, senza quartiere.
Quindi è la saggezza che la fa da padrona? è probabile, ma non definitivo.
Noi tutti abbiamo poche ma indiscutibii sicurezze assolute, il problema è riuscire ad estrapolarle da noi stessi. Un processo che potrebbe impiegare anche tutta una vita senza dare risultati.
E’ buffo come cambino le cose lungo il corso del tempo. E se si nota, se da giovani cambiano molto velocemente, col passare degli anni e con l’avvicinarsi della propria situazione di equilibrio dinamico, la velocità diminuisce, come un dolce approccio alla banchina finale, punto di arrivo.

…è affascinante in fondo. E poi se siamo qui, fatti così, risultato di millenni di evoluzione, un motivo ci sarà, non vi pare?

Annunci

27 thoughts on “Evoluzione

  1. da persona tremendamente insicura e creatrice di problemi virtuali (anche quando non esistono nella realtà) posso solo darti ragione e dirti che per quanto mi riguarda impiegherò mooolto nel trovare il mio equilibro…ma intanto vado avanti! 😀

    • è un piacere trovare un mio simile! quanto a insicurezze e problemi virtuali, ormai sono un mago.
      e comunque si va sempre avanti, non c’è altra strada se si pensa che il nostro presente è il risultato delle nostre azioni passate e che nulla potrà più essere come prima… tutto si evolve e scorre… vediamo di trovare un bell’equilibrio e godiamoci la vita 🙂

  2. io lo dico sempre, noi siamo il risultato delle nostre esperienze e del nostro passato..nel bene e nel male…
    impariamo tante cose e quello che ci forgia di + forse sono proprio le cose brutte, ma comunque delle cose lasciano sempre una “scia” dentro di noi, e quella scia a volte è proprio incancellabil, esce fuori senza manco accorgertene….
    ..io per colpa di una stupida insicurezza, di un momento di nervosismo, e delle mie solite ipersinapsi, proprio in questi giorni ho rovinato una cosa bellissima per una stronzata..

    • sono convintissimo di tutto quello che hai scritto. tuttavia, se posso dire la mia, non devi sottovalutare la forza del tempo, quello che passa lento… un colpo di testa, un momento di nervosismo sono recuperabili, basta volerlo 😉

      • questo lo penso anche io…
        alla fine le cose, anche quelle che ci sembrano + complicate, in realtà se solo volessimo sarebbero semplicissime…
        e invece no, 100 parole brutte per ogni parola positiva, e invece casini, interpretazioni, sfoghi, scleri, momenti orribili.

        A volte dovremmo imparare dagli animali ad essere meno presupponenti e + spontanei, dovremmo comportarci come ci dice di fare l’istinto, e non le strutture che la ragione si è creata nella nostra mente.
        L’istinto in generale è autoconservativo, la ragione spesso diventa autodistruttiva……….poi se parliamo del cuore vabbè, è una bomba al tritolo in petto 😉

  3. purtroppo ognuno di noi è il risultato di tante cose: le esperienze di vita, la famiglia, le amicizie, l’ambiente.
    Tutto ti crea e forma il tuo carattere. E’ difficile saper affrontare ogni giorno i problemi che si presentano

    • è difficilissimo, ma quello che siamo riflette le scete fatte e i problemi che abbiamo saputo risolvere… e anche il modo con cui ne siamo venuti a capo aggiungerei

      • esattamente.
        + che quello che diciamo io penso fermamente che siamo quello che facciamo.
        perchè parlare o mettere a fuoco verbalmente a volte è difficile, ma il nostro vero io salta fuori nel momento in cui scegliamo di agire in un modo piuttosto che in un altro….

    • ho come la sensazione che tu sia bella incasinata in un discorso simile eh?
      da un certo punto di vista (quello del bicchiere mezzo pieno) se dall’altra parte c’è qualcuno che ha gli stessi timori, tu hai un vantaggio, conosci la materia, e la calma deve essere tua alleata.
      Se si vuole, tutto si può risolvere 😉

      • eh guarda non lo so…è appunto tutto tanto complicato finchè non scegliamo noi stessi di rendercelo semplice.

        Finchè sceglieremo sempre vie tortuose, non si arriverà mai a nulla…..e io ora sono stanca, e sfiduciata, e ho 300 altri casini che non mi permettono di dare priorità totale a questa cosa perchè ho perso anche un po’ di verve per combattere…

        ma la palla di vetro non ce l’ho, non so come andrà, se me la farò passare o se non dovrò farmela passare, è veramente un momento del cazzo e questo post ha scatenato tutti i miei pensieri 🙂

  4. Ti auguro con tutto il cuore di risolvere tutto quelo che ti turba nel migliore dei modi.
    Forse è il caso di capire se queste cose che tanto ti incasinano o ti fanno vivere male, hanno un reale futuro nela tua vita

    tieni duro

  5. eh, chissà se è un problema di “complicatezza finta” o di “priorità” 😉

    panta rei

    prima o poi tutto prenderà una via, è che sta finendo la pazienza di starmene seduta ad aspettare che le cose accadano, piglierei una mazza e sfonderei tutto e ricomincerei d’accapo 😛

    • si fa così (o almeno io ho fatto così): si chiude la bocche, si tagliano le relazioni pubbliche per un po’, si respira pian pianino e si ragione sulla situazione….in teoria dopo un mesetto dovresti vedere già i primi risultati!

      • penso che ognuno sia fatto a modo suo e quindi non ci sia solo una soluzione…
        ad esempio io conosco una persona che ha reagito esattamente all’opposto tuo Farnocchia, ed è grazie a quelle relazioni pubbliche che si è mantenuta a galla. Non c’è chi ha ragione e chi torto, semplicemente ognuno deve trovare la propria strada.

        Un buon the coi biscotti, però, non guasta mai 🙂

  6. tè e biscotti? 🙂
    fatto ieri notte mentre chiacchieravo con un’amica e mi è venuta fame dopo ore e ore di digiuno…e per come è andata sta giornata se mi riesco a far venire fame sarà la stessa cena stasera

  7. Pingback: 2010 in review « The Soul Cages 2.0

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...