Mamma mia…
Oggi voglia di lavorare sottozero. Odio quando mi capita, sopratutto perché poi odio che sia capitato.
Nel frattempo sono qui a scrivere un post che nessuno leggerà su un blog che è peggio di uno zombie se si considerano le volte che è resuscitato. Vorrei andare a vedere quando è nato la prima volta, potrebbe essere divertente rileggere qualcosa… se non sbaglio inserivo tra le frasi un sacco di faccette, smile e via dicendo. D’altra parte però, rileggere i primi abomini potrebbe tentarmi di seppellire definitivamente sto moribondo… vedremo… dopotutto un po’ mi ci sono affezionato…
Periodo frenetico questo, la vita lavorativa settembrina mi spezza regolarmente in due, e, dopo averlo fatto, mi lascia un senso di amaro in bocca e di vuoto in testa. Lo fa tutti gli anni, regolare come un orologio. Sta volta sembra essere andata meglio, la sto gestendo, spero che non sia un fuoco di paglia… “neuroni sulle barricate!!!”
Ho voglia di riprendere il mio romanzo… quella sottospecie di racconto mai del tutto chiaro (neanche all’autore) che avevo iniziato a buttare già in epoche ormai lontane, quando il mondo si limitava alle “avventure” universitarie (…bei ricordi…). Che idee balzane che mi vengono… come se poi sapessi scrivere dignitosamente… beh, mi passerà.
Meglio tornare al dovere quotidiano prima che si ammucchi troppa roba…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...