parole


In fondo si tratta solo di una questione di scelte. Più o meno volute, più o meno cercate, più o meno giuste… ma poi cosa vuol dire “giuste”? Come si capisce di aver fatto una scelta “giusta”?… e se invece non ci fosse… o meglio, se fosse giusta a prescindere da che strada si sceglie?
Potrebbe quindi dipendere solo dall’insistenza, dalla cocciutaggine o dalla tenacia con cui si sceglie di scegliere una determinata opzione… ehi un momento… “scegliere di scegliere”… punto a capo.
Il rischio è la variabile decisionale. A seconda della personale propensione al rischio e del modo di vedere la vita si prendono le decisioni… che comunque possono essere giuste quanto sbagliate. Ma “sbagliate” che significa? Magari scelte sbagliate servono a portare quel bagaglio di esperienza necessario per ridurre il rischio di scelte future, è ragionevole… ma se si sceglie di non rischiare? Forse il vero sbaglio potrebbe essere questo. Chiudersi su se stessi evitando le scelte permette di sentirsi sicuri, ma quando il muro crollerà?
Scegliere con decisione e convinzione, affrontare le conseguenze a testa alta. Se una cosa la si deve fare… meglio farla bene!
Non sempre facile, spesso difficile… ma sempre possibile… o no?

Annunci

2 thoughts on “parole

  1. Non scegliere è scegliere di restare dove si è. Sarebbe bello, non si sbaglierebbe mai. Però tutto il mondo dovrebbe aspettare te. Invece il mondo va avanti. Quindi è necessario, anzi indispensabile scegliere. Condivisibile o non condivisibile. Una scelta non può essere GIUSTA o SBAGLIATA. Una scelta è una scelta (nell’ambito dei canoni morali comunemente adottati 😉 ). Tutto il resto è nascondere la polvere sotto il tappeto. Scegliere è SEMPRE difficile. Ma non scegliere è QUASI SEMPRE sbagliato.
    “.. e resterai semplicemente dove un attimo vale un altro senza chiederti come mai? Continuerai a farti scegliere o finalmente sceglierai?” (De Andrè).

  2. Si è difficile decidere…ma prendere una decisione vuol dire essere maturi e diventare grandi…io dico sempre che una decisione deve venire da una miscela di ragionamento col cuore e con la testa…un incontro diphiusis e metaphiusis…una mediazione fra quelli che essere il razionale e l’irrazionale fra i propri valori e i prorpi principi…il tutto è una miscela esplosiva…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...