Sabato pomeriggio


ritrovarsi sdraiato per terra in una stanza.
ascoltando stairway to heaven con una pallina da golf tra le dita.
errori e scelte sbagliate, strade che non dovevano essere percorse e semafori ignorati.
e vago… le strade della mente sono contorte e basta un niente per perdersi. è necessario poter contare su se stessi e su quello che si sa di valere.

ma quando arriverai? mi manchi. forse non sono pronto per vederti ma ti prego, non tardare ancora olre.

la testa fa brutti scherzi. l’equilibrio è tutto. mantenerlo è impossibile e le cadute sono un’inevitabile consegueza.
vale per tutti.
è giusto così.

la musica è finita, fuori è una bella giornata.
credo che mi alzerò, è necessario che mi alzi e che trovi le forze per ricominciare.
penso che andrò al lago…

Annunci

3 thoughts on “Sabato pomeriggio

  1. Ehi, fammi spazio. Sdraiato per terra li, di fianco a te ci sono anch’io. Da tanto. Da troppo. A guardare il soffitto. Il soffitto delle mie strade. Si incrociano di rado con le tue. Ma tracciano gli stessi percorsi. Percorsi fatti di sbagli e di tanti rimpianti. Il rimpianto di non avere parlato prima. Il rimpianto di avere aspettato troppo. L’attesa di un sorriso e di due occhi che possano infrangere quel soffitto di cristallo, che ti separa dall’azzurro vero e ti faccia sentire di nuovo l’aria fresca di un amore sul viso. Solo qualche squarcio: una persona che entra nella tua vita fa passare un po’ d’aria, momenti stupendi. L’illusione di esserci, la disillusione di essere (troppo amico, troppo solo, troppo indeciso, troppo poco affezionato, troppo diverso, insomma sempre troppo e sempre troppo poco). La paura di soffrire e di fare soffrire. Essere pieno raso di cose da dare da fare, pieno da esplodere e nessuno a cui darle.

    Saiph. Recito nel tuo stesso film. Siamo attori diversi nella stessa commedia. Nessuno ci scrive le battute. E mai una volta che il finale vada come in un film…

    Però Saiph non c’è scelta. Schiodiamoci da questo soffitto e via. Tu vai al lago, io andrò da qualche parte… ma andiamoci, perchè finchè stiamo a guardare il soffitto non concludiamo niente!!

    Non ci frequentiamo più spessissimo. Ma guarda che sono sempre qui.

    Macondo

  2. Capita anche a me… solo che nella mia stanza suona leggero The sound of Silence… Lo ascolto da sola, di notte, con le cuffie per non disturbare e per non farmi disturbare dai piccoli rumori del resto del mondo, che si muove frenetico ad ogni ora…
    Metto il repeat solo su quella canzone, che non mi stanca mai e suona come una ninna nanna…
    “And in the naked light I saw
    ten thousand people maybe more
    people talking without speaking
    people hearing without listening
    people writing songs that voices never share
    noone dare…”

    Ma è vero, a volte fermarsi troppo a sognare non serve… Quella specie di nostalgia al futuro è rassicurante, come se quel futuro fosse davvero li ad aspettarti, come tu lo immagini…
    Ma il futuro è sempre fuori, se sei nato sotto una buona stella è dietro l’angolo, se no devi essere vigile per non rischiare che passi inosservato…

    “A parte che i tempi stringono e tu li vorresti allargare
    e intanto si allarga la nebbia e avresti potuto vivere al mare.
    Ed anche le stelle cadono alcune sia fuori che dentro
    per un desiderio che esprimi te ne rimangono fuori altri cento.
    Niente paura, niente paura
    Niente paura, ci pensa la vita mi han detto così…
    Niente paura, niente paura
    niente paura, si vede la luna perfino da qui.”

    Oggi Ligabue parla per me… anch’io credo a quel tale che dice in giro che l’amore porta amore…

    k.

  3. Oggi sto sbirciando il tuo blog e capisco tante cose di te…con molta umiltà rimembro quello che ho passato un anno e mezzo fa …so cosa si prova a guardare il soffitto…ma credo che sia ora di uscire da quella stanza e respirare aria fresca sul viso…che ne pensi…ti tendo una mano e dall’altra pane e marmellata…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...