Pirati ai confini del Mondo


Pirati ai confine del MondoIeri sera Maratona “Pirati dei Caraibi” episodi 2 e 3, Il forziere fantasma e Ai confini del Mondo per intenderci. Una gara di resistenza che è durata dalle 20 all’una e mezza di notte.
Direi che ne è valsa la pena, il film non mi è dispiaciuto, anzi, tutt’altro: fatto bene, trama intrigante (a tratti scontato ma non si può neanche pretendere troppo…) e attori (quasi tutti) all’altezza. Purtroppo continua a non convincermi il povero Orlando, sempre abbastanza legnoso secondo me e sepolto da quell’enorme talento che è Johnny Depp! Sempre più a suo agio tra i pirati invece è Keira Knightley (Elizabeth) che passa da promessa sposa, a uomo, a piratessa, a capitano per chiudere col titolo di re dei pirati e moglie (diciamo che si da da fare ).
Nell’episodio che doveva chiudere la serie piratesca caraibica, ma che in realtà sembrerebbe aprire le porte ad un eventuale (e probabile da quanto si dice in giro) quarto episodio, Jack viene recuperato dal regno dei morti al fine di unirsi ad altri 8 “Pirati nobili” nella guerra che si preannuncia contro la Compagnia delle Indie, forte dell’appoggio dell’Olandese Volante. In questo contesto c’è spazio anche per una capatina a Singapore e per l’apparizione di colui che fu fonte d’ispirazione nella creazione di Jack Sparrow: Keith Richards. Il chitarrista dei Rolling Stones interpreta il “Re pirata” (nonché padre di Jack) e devo dire che per questo ruolo non deve aver passato più di 5 minuti al trucco, nel film appare praticamente identico a come è nella vita reale . Ovviamente la trama si divincola tra tradimenti, equivoci, segreti e quant’altro per sfociare nella battaglia finale 1 contro 1, Perla Nera vs Olandese Volante…
Giudizio:
Che dire ancora… la sveglia stamattina ha avuto l’effetto di un martello sulle tempie, accentuato non poco dai giardinieri che alle 7.30 hanno deciso di tagliare il cespuglio sotto la mia finestra usando le bombe a mano! Dopo 4 ore di sonno (nonostante quello che dice la regola dei multipli dei 4) e un risveglio simile (preludio di un fantastico mal di testa) sfido chiunque a non avere la luna storta. A salvare la giornata un singolo bel messaggio, un sms gradito, di quelli semplici ma capaci di grandi cose. Un ottimo modo per cambiare un broncio in un gran sorriso
– Barbossa: Devo ammetterlo Jack, credevo di conoscerti, ma ora scopro che sei tutto meno che prevedibile!
– Jack: Io sono un disonesto, e un disonesto puoi sempre confidare che sia disonesto, onestamente, è dagli onesti che devi guardarti perché non puoi mai prevedere quando faranno qualcosa di incredibilmente stupido!

( La maledizione della prima luna – 2003 )

Annunci

2 thoughts on “Pirati ai confini del Mondo

  1. Quella citazione è del primo, e il primo sì che era un bel film. Gli altri due sono stati pessimi, a mio avviso. Nel primo eri sempre con il fiato sospeso, tutto proiettato dentro lo schermo. Nel secondo e nel terzo finivi per guardarti in giro e guardare l’orologio, per vedere quanto tempo mancava alla fine. E quando questo succede, significa che il lungometraggio ha fallito nel suo scopo: incantare.

  2. In realtà hai ragione, paragonati al primo episodio, i due seguiti non sono nemmeno vagamente all’altezza, ma credo che se il secondo ha proprio deluso, il terzo in qualche modo si sia difeso.. il problema è che sarebbe stato quantomeno improbabile riuscire a rimanere agli standard elevati della maledizione…
    Solo la scena iniziale del primo spazza via gli altri 😉

    Ciao p1gg1a, è un piacere rivederti da queste parti 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...